Offerte Hotel

Un Fertilizzante Naturale: la Cenere

La Cenere del Legno ed il suo Uso

La cenere prodotta dalla combustione del legno naturale, non trattato con solventi e vernici, è un ottimo fertilizzante, da sempre utilizzato per migliorare lo stato del terreno e delle piante.

Generalmente tale cenere contiene notevoli quantità di calcio, spesso superiori al 40%, buone di potassio, intorno al 10%, dal 2% al 5% di fosforo, nonché alcuni microelementi (rame, ferro, boro e altri ancora) in piccole quantità. Ovviamente gli elementi elencati e le loro quantità variano a seconda della tipologia di legna bruciata.

L'unico svantaggio che comporta l'uso della cenere come fertilizzante è che questa presenta un elevato livello salino che in alcuni tipi di terreno porta ad una rapida salinizzazione, il suo impiego va dunque controllato costantemente in modo da rendere equilibrata la quantità di sale presente nel terreno trattato.

La cenere può essere cosparsa sul terreno insieme ai concimi organici, nel momento in cui vengono svolti alcuni lavori di fondo quali aratura o vangatura.

Questo tipo di fertilizzante non può però essere usato per qualsiasi tipo di pianta, ne esistono infatti alcune che non sopportano la grande quantità di calcio presente nella cenere, preferendo in alternativa reazioni acide, un esempio possono essere camelie, ortensie, azalee, orchidee, mirtilli e rododendri.

Navigare Facile